Elezioni Europee. ECCO LA NOSTRA CONSEGNA !

ECCO LA  NOSTRA CONSEGNA :  SOVRANIZZARE ! – “Noi vogliamo difendere, decisi ad andare fino in fondo,  la nostra Patria ; noi vogliamo che il Sud  rivendichi la sua sovranità  in attesa che tutta l’Italia lo divenga. Il giorno in cui la penisola anche se in parte fosse definitivamente contaminata dall’Ueismo rinunciatario, il destino dell’intera nazione sarebbe compromesso; ma  noi già vediamo, sentiamo, che domani sorgerebbe una forma di organizzazione irresistibile e trasversale , che renderebbe praticamente la vita impossibile ai satrapi di Bruxelles. Faremmo una sola Atene di tutta ll’Italia. – Da quanto vi diciamo, balza evidente e chiaro che non solo la coalizione popolari – socialisti di Strasburgo  non ha vinto, ma che non vincerà. La degenerazione dell’alleanza fra i signori dell’euro e del turbo capitalismo  ha potuto perpetrare la sua politica di spoliazione come esercizio  di un grave delitto, che ha colpito tutti i ceti salvo la loro  cupola  e messo a rischio tutto ciò che la civiltà europea aveva costruito in venti secoli. Ma è certo che non riuscirà a demolire  con la sua azione  di ieri ed oggi lo spirito eterno e i valori  che innalzò. Una prima risposta il 26 di Maggio !

La nostra fede assoluta nella vittoria che, prima o poi, arriverà  non poggia su motivi di carattere soggettivo o sentimentale, ma su elementi positivi e determinanti. Se dubitassimo della nostra vittoria, dovremmo dubitare dell’esistenza di Colui che regola, secondo giustizia, le sorti degli uomini. Quando noi come patrioti  della Repubblica uniremo  tutti gli italiani  dalle Alpi alle Isole , avremo la grata sorpresa di trovare più populismo – sovranismo  di quanto ne abbiamo sperato. La delusione, la miseria, l’abiezione politica e morale esplode non solo per nostalgia nella vecchia  frase  che prima con la lira  “si stava meglio”, con quel che segue, ma nella rivolta ideale che da Palermo a Catania, a Otranto, a Roma, a Milano,   serpeggia in ogni parte dell’Italia di fatto  “commissariata”. Il popolo italiano, in specie al sud dell’Appennino,  ha l’animo pieno di cocenti ferite da risanare. L’oppressione della troika  ( Fmi – Bce – Ue )  da una parte e le sudditanze degli esecutivi ad iniziare anno  2011  dall’altra non fanno che dare alimento al movimento per il cambiamento. L’impresa di cancellare le pagine dei pregressi tentativi fu facile; con la solita e nota “politica per via giudiziaria” , quella di sopprimerne l‘idea, oggi sarà  impossibile.  Il 26 di Maggio – Cambiare tutto !

Non v’è italiano che non senta balzare il cuore nel petto nel vedere il tricolore ritrovato, il suono di un inno che accompagnò le legioni  di patrioti. Sono milioni di italiani che non hanno mai rinnegato l’epopea della patria. Questi italiani esistono ancora, soffrono e credono ancora e sono disposti a serrare i ranghi per riprendere nuovamente  a  marciare  e sono  innumerevoli le famiglie italiane, che  tutto ciò non hanno dimenticato, né possono dimenticare.Già si notano i segni annunciatori della ripresa, qui, per intanto  in questa Napoli tanto vilipesa ma antesignana e condottiera, non  minimamente piegata. Forza Napoletani ! È Napoli che deve dare l’esempio e che darà gli uomini e le donne, i giovani, la volontà e il segnale della riscossa! ”  – Il 26 di Maggio – Con Giorgia Meloni, Carmela Rescigno,Ugo Tozzi !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *